Scheda

Google cambia i title delle pagine nelle SERP

Data : 9 Aprile 2013

Lo sapevi che Google può cambiare i title delle pagine del tuo sito sui risultati di ricerca? Ebbene sì, ci sono casi in cui il famoso motore di ricerca può decidere di mostrare nei propri risultati un title che non hai scritto tu, ma che riscrive lui stesso. Perchè? Ora ve lo spieghiamo, andando con ordine.

Per 'title' si intende il titolo di una pagina, ossia quella frase o insieme di parole che si legge nella parte più alta della finestra del proprio browser quando si apre la pagina di un sito. Solitamente il titolo è scritto dal webmaster che ha costruito quella pagina e indica in modo sintetico i contenuti della pagina stessa. Lo stesso titolo si vede anche nei risultati di ricerca: digitando una parola chiave sulla maschera di ricerca di Google, il motore di ricerca restituisce una serie di risultati, ognuno costituito da un titolo - il cui carattere è più grande e in colore blu o viola -  seguito da una breve descrizione, scritta in carattere più piccolo di colore nero. Il titolo più grande, che è anche cliccabile, è proprio il titolo della nostra pagina, ossia quello stesso title che il webmaster ha scritto nella pagina: se infatti ci si clicca sopra, si apre la pagina corrispondente che - provate per verificare - avrà lo stesso titolo che avete letto nei risultati di ricerca. In poche parole, quando il webmaster scrive il titolo della propria pagina, quel titolo viene preso da Google per essere mostrato anche nei suoi risultati di ricerca.

Non tutti sanno però che, a volte, Google può decidere di modificare il titolo della pagina sui risultati di ricerca. In questo caso al webmaster capiterà di vedere il titolo che linka alla propria pagina diverso da come lo ha scritto lui stesso, diverso dunque da come poi compare una volta che si è aperta la pagina.

Perchè? Google lavora affinchè i risultati che fornisce all'utente siano il più possibile accurati, precisi e di qualità. Per far ciò pone attenzione ad ogni elemento della pagina dei risultati (SERP), compresi i titoli delle pagine, che devono essere chiari e pertinenti rispetto al contenuto: se così non è, li modifica lui stesso, riscrivendoli o spostando le parole.

Lo dice Google stesso all'interno del proprio forum di assistenza, attraverso JohnMu: 'In general, when we run across titles that appear to be sub-optimal, we may choose to rewrite them in the search results. This could happen when the titles are particularly short, shared across large parts of your site or appear to be mostly a collection of keywords. One thing you can do to help prevent this is to make sure that your titles and descriptions are relevant, unique and compelling, without being 'stuffed' with too much boilerplate text across your site.' (Leggi questa discussione sul forum di Google: http://productforums.google.com/forum/#!category-topic/webmasters/crawling-indexing--ranking/GxPvar_uSwE )'

Pierre Far ribadisce nuovamente la cosa su Google+:
'1. I nostri algoritmi generano 3 titoli alternativi in modo che la pagina non sia più vincolata ad avere un titolo solo per tutte le query in cui è posizionata. Questo ci permette di offrire risultati più rilevanti ai nostri utenti e…
2. …nella media, questi titoli alternativi ottengono più click nei risultati, ovvero più traffico per il sito web'.

Per essere accettato da Google, un title deve avere determinati criteri: non deve essere troppo lungo, meglio se nemmeno troppo corto, sopratutto deve risultare chiaro ed intuitivo, e trasmettere in poche parole quella che è la sintesi dei contenuti che si trovano nella pagina. Quando un utente lo legge, deve capire ciò che troverà in quella pagina a colpo d'occhio: un titolo ben fatto dunque piacerà all'utente ed anche al motore di ricerca.

Ecco perchè esistono apposite figure professionali, dette SEO copywriter, che studiano come scrivere il title delle pagine di un sito affinchè questi siano apprezzati sia dagli utenti che dai motori di ricerca. Con dei title ottimizzati si possono ottenere delle migliori posizioni sui risultati di ricerca di Google, e allo stesso tempo invitare l'utente a cliccare sul quel titolo, perchè più accattivante e comprensibile degli altri.

I title delle pagine rimangono uno degli elementi fondamentali per deciderne il punteggio di qualità: il nostro consiglio è di scriverli in modo che siano unici e diversi per ogni pagina, pertinenti con i contenuti di ciascuna, chiari e concisi, semplici ed intuitivi. In ogni caso, che vi affidiate o meno ad un SEO copywriter per i vostri title (e non solo) sappiate che l'ultima parola (letteralmente) sarà sempre di Google: se i title non rientrano nei suoi canoni, lui stesso li modificherà. Per cui non stupitevi se il titolo della vostra pagina è diverso sui risultati di Google: significa che Google stesso li ha revisionati.



Newsletter

Iscrivetevi alla nostra newsletter per tenervi aggiornati sulle nostre nuove proposte
(* tutti i campi sono obbligatori)




Trattamento dati personali ai sensi della Legge 196/2003
Acconsento

Ultimi Tweet

My week on Twitter 🎉: 1 Tweet. See yours with...
Leggi tutto

My week on Twitter 🎉: 1 Tweet. See yours with...
Leggi tutto

My week on Twitter 🎉: 1 Tweet. See yours with...
Leggi tutto

My week on Twitter 🎉: 3 Tweets. See yours with...
Leggi tutto

Contatti

Seguici su